lunedì 21 maggio 2012

10 consigli per diventare un illustratore felice

Avevo parlato del mio amore per l'illustrazione e quello più recente per gli elenchi numerati e per i decaloghi.
Forse si.
Ecco, mi sono fatto prendere la mano e in occasione del workshop che ho fatto alla scuola internazionale di Comics di Reggio Emilia, una sera, ho cominciato a snocciolare il decalogo per diventare un illustratore felice. Era l'unica caratteristica su cui mi sentivo di poter intervenire.

Le 10 regole, e concedetemi la parola "regole" ma sarebbe più corretto "consigli", per avere più idee  e allenare la mente, il cuore e le mani a raccontare per immagini.
Sono modalità, esperimenti, metodi che io uso più o meno abitualmente prima di affrontare un disegno, prendeteli con le pinze (e con le matite ben appuntite), non vi faranno magari diventare ricchi. ma più felici di fare questo mestiere si. :)











11 commenti:

Minerva ha detto...

Regole incantevoli a leggersi anche per una persona che non fa questo tuo lavoro. Grazie per tutti i sorrisi e l'ispirazione che m'hai dato :-)

marilina ricciardi - illustratrice ha detto...

grandioso!!! :D ne faccio post-it e ci tappezzo la casa!! thnx ;)))

Unknown ha detto...

Funzia anche per analisti programmatori psicologi mancati :-)

Phabio ha detto...

AMEN!

cacioman ha detto...

Direi che con opportune modifiche si adattano benissimo anche allo scrivere (che a disegnare sono proprio una zappa).
Auguro un "Nullo die sine linea" a tutti.

piccikka ha detto...

consigli per la felicità...bello!...Il più interessante è quello del non innamorarsi mentre i più difficili per me sono quelli sulla velocità e il disegnare d'istinto...sono moooooooltooo riflessiva! Comunque li seguirò tutti (alcuni già li pratico) e ti dirò se mi aiuteranno ad essere una DONNA felice prima che una aspirante illustratrice!!!1 sorriso

andrea alemanno ha detto...

Trovo tutto il decalogo una vera e propria guida al benessere mentale!
Mi sa che verrò spesso a rileggerlo nei momenti più grigi! :D

Pino Zennaro ha detto...

Apelle diceva: "nulla die sine linea" non lasciar passar giorno senza disegnare e baudelaire gli faceva eco affermando che: "l'ispirazione è la sorella del lavoro quaotidiano".

andrea ha detto...

Bravissimo Riccardo, il decalogo è davvero spettacolare (e si adatta a qualsiasi attività "creativa")!

Carla ha detto...

Eccomi di nuovo a passare per di qua..posso stamparli e tappezzarci il mio studio? l altra sera ero talmente cotta che e`gia tanto che non ti abbia dato del VOI : ) passando sul tuo Blog di corsa,inebriata dal brano di Jazz, dal tratto sicuro e dal tuo stile completo..sei bravissimo!!ho solo intraletto Illustrator & Art Director from 1975..e ti ho dato almeno 20 anni di piu..di esperienza.. e mi e`scivolato il Lei.. : ) Ancora complimenti! carla

ett ha detto...

decalogo adorabile...